mercoledì 27 giugno 2012

My english cottage

Il rientro dalle vacanze è sempre tragico...soprattutto se dalle splendide temperature di 13 gradi freschi e soleggiati, o 4 piovosi e verdissimi si passa di botto a 30 e oltre afosi fino a non poter respirare...cosi per consolarmi, visto che appena fa buio non posso nemmeno leggere perchè se accendo mezza luce mi riempio di insetti...(quanto amo l'estate...) mi sono divertita a progettare nuovi tocchi da cottage inglese nella mia cucina


Qui qualcuno inorridirà ma io ho una smodata passione per tutti i tea-cosies, soprattutto quelli deliziosamente english-kitsch e me ne sono prodotta uno a maglia proprio prima di partire...



Di fianco alla scatolina per il tea con Jemima sarebbe piaciuto da morire anche a Beatrix, ci scommetto!


Il mio set da cucina tutto color panna si è arricchito di questo splendido  stampino per pudding in ceramica: dalla foto si vede poco ma ha in rilievo una piccola coroncina e la scritta GOD SAVE THE CREAM, un'edizione  limitata di Masons e Cash per il giubileo di diamante (questo fa parte di un'altra storia, ma nel Lake District ho scoperto un gigantesco negozio di articoli tutti dedicati al baking che mi ha regalato l'emozione di una visita in paradiso ^__^)


Sull'alzatina c'è del delizioso Gingerbread : la cittadina di Grasmere, nota perchè vi abitò il celebre poeta William Wordsworth, è famosa per una ricetta segretissima e unica di gingerbread inventata da Sarah Nelson, una donna locale. Oggi il delizioso negozio di gingerbread, il più piccolo negozio d'Inghilterra, tanto che bisogna mettersi in fila ed entra un cliente alla volta, ha sede nella vecchia casa di Sarah Nelson, che fu anche la scuola locale, dove sia William Wordsworth sia sua sorella Dorothy insegnarano per alcuni anni, ed è appena fuori dal cortile della chiesa locale dove vi sono le tombe della famiglia Wordsworth. Vi risparmio il fatto che anche qui ho comprato una super kitschissima tazza natalizia piena di gingerbread men ^__^



Come vedete non ho solo mangiato gingerbread, sono anche andata a visitare il Dove cottage dei Wordsworth ^__^




Per finire, ho preso ispirazione anche dal delizioso BeB dove abbiamo trascorso qualche notte, il Kingswood Bee and Bee di Ambleside (avete letto bene, non BeB ma Bee and Bee perchè i proprietari David e Christine hanno le api e producono del delizioso miele che servono a colazione sui crumpets ((per chi non lo sapesse, i crumpets sono focaccine calde lievitate un poco simili ai pancakes, ma occhio ai doppi sensi, perchè David mi ha preso in giro fino alla morte una mattina, in slang infatti crumpet significa anche "an attractive young lady" come ha dovuto poi spiegarmi con le lacrime agli occhi dal ridere...ehm...humor inglese...))



un saluto dalla vostra Lakeland girl, domani si va sulle brughiere di Cime Tempestose!




5 commenti:

Isobel -Argante- ha detto...

Ommidddiooo, non dico nulla su quella cosa rosa.... ma la scatoletta di latta e lo strofinaccio di beatrix mi fanno morire, sono meravigliosi!!!!!!!!!!!!!!!
E la ciotolona???
Ommiddiooooooooooooo....

Isobel -Argante- ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Selena ha detto...

Aah quant'è vero! Sempre dura tornare dalle ferie.
Io ho fatto un weekend al mare e ritornare alla vita normale è stato davvero un trauma!
Un abbraccio!

dearmissfletcher ha detto...

Ma bentornata Lakeland Girl, che splendida vacanza hai fatto! E che belle foto!
Eh, non c'è niente da fare, la vecchia e cara terra di Albione offre panorami e luoghi di una bellezza incomparabile...e che carino quel negozietto!
Ora aspetto gli altri post su gli altri luoghi che hai visitato!
Un bacetto!

Sandy (miss Potter) ha detto...

Wow, stella da dove iniziare? qui è tutto splendido...sai che adoro vedere i tuoi acquisti (urca quanto mi piace la scatola di Beatrix) e i tuoi reportage vacanzosi, ma mi soffermo sulla tua arte "sferruzzosa"... caspita, ma sei bravissima!!!
Come si fa? dobbiamo fare uno scambio culturale mattonella/tea-cosies :)

Baci cara
Sandy
Sandy