mercoledì 11 aprile 2012

I have a dream

Stanotte ho fatto uno di quei sogni che ti restano impigliati ai pensieri anche quando l'alba si insinua in quello spazio speciale al confine tra ciò che è e ciò che potrebbe essere.
E' un 'immagine al contempo sfumata dalla nebbia e dal tempo, eppure cosi vivida, come se l'avessi davanti agli occhi dell'anima.


E' una sensazione di appartenenza, un'essenza intima, che riconosco con i sensi, chiudendo fuori la realtà ordinaria, o meglio, guardando al centro della sua vera natura.
E' il pensiero che si posa fra le mie ciglia al mattino e che resta aldilà delle immagini di ogni giorno fino a quando lo riporto al crepuscolo, al mondo che è suo. Il mondo delle possibilità e dei ricordi, un mondo che è stato o forse deve ancora essere.


Un mondo dove il tempo si è cristallizzato nell'eternità e dove vive l'essenza di ogni cosa. Si nasconde nelle pieghe dell'esistenza e all'improvviso si apre davanti a me, spiegando ali di farfalla e di corvo.
Avalon

2 commenti:

Isobel -Argante- ha detto...

... ci vediamo stasera eh....
ci son certe coincidenze......
ti devo dire...

dearmissfletcher ha detto...

Hai proprio il senso della poesia tu, sempre.
Bellezza e poesia.
E' per questo che è così bello venire a leggerti.
Un abbraccio grande!