venerdì 3 febbraio 2012

Candlemas and my Valentine

Il mio venerdi è iniziato con una splendida nevicata e una passeggiata di ritorno dal lavoro sotto il cielo terso e la neve che brillava come polvere di fata. Adoro le nevicate a febbraio, i giorni della Candelora, l'antica festa celtica di Imbolc in cui si celebra Brigid, la dea dell'ispirazione, della creatività e della guarigione. Adoro mangiare il panettone di san Biagio e coccolarmi con maglioni caldi e cioccolate bollenti.


Adoro aspettare san Valentino e sinceramente non me ne frega niente di chi la ritiene una festa "commerciale". Tutte le feste sono commerciali, dipende dal significato personale che assumono per ognuno di noi. A me piace l'idea di un giorno speciale in cui essere un pò più pazza e romantica, cucinare qualcosa di insolito e delizioso e dividerlo sul divano con il mio amore.



 Non sono tipo da fiori e cioccolatini (oddio, poi non è che non mi piacciano eh!) ma preferisco un biglietto tenero, scritto con il cuore e quella grafia un pò tremolante che amo e che riconoscerei fra mille. Amo tenerli tutti nel nostro raccoglitore e ricordare come eravamo e come saremo. Amo febbraio.

2 commenti:

dearmissfletcher ha detto...

Tenerezza, i bigliettini, e quelle parole...ricordare come eravamo e come saremo. Un bel modo di festeggiare San Valentino!
Un bacetto!

Aretusa ha detto...

la prima foto è un sogno!
anche io amo aspettare san valentino, anche se quest'anno lo passo in solitaria...