martedì 12 ottobre 2010

ricordi sparsi di ottobre

E' ancora un pò presto eppure lo avverto nell'aria, nelle giornate che si accorciano, nelle sere nebbiose, nel profumo di foglie bagnate



Da piccola non la chiamavo cosi e non sapevo di zucche intagliate e maschere mostruose ma questo periodo è sempre stato parte di me: sapeva di pioggia e autunno, terra bagnata e lunghi pomeriggi freddi, guance arrossate e piccole mani calde, sapeva dei dolci che mi comprava mia nonna e che ancora oggi adoro e per me hanno quel sapore unico dei ricordi, il Pane dei Morti. Nonostante adori cucinare non ho mai provato a farlo (tranne una volta che era dicembre e ne avevo una voglia matta): in questo periodo il mio piccolo piacere quotidiano e assaggiarne uno in ogni panetteria o pasticceria che incontro e trovare quello più buono ^__^




E infine questa meraviglia è un posto del cuore, Triora


2 commenti:

Berkana ha detto...

Che bell'atmosfera....adorabile!
Un bacione
Barbara

Anya ha detto...

Uhm che bello :)
Lo sai che da noi il pan dei morti non è così, mi fai venire una gola. Qui sono oss de mord, ma sono secchi

Anya